Top
Weekend a Lugano-parco-ciani

Finora avevamo visitato unicamente la regione tedesca della Svizzera, fermandoci solo a Zurigo e dintorni. Finalmente, però, siamo riusciti a passare un weekend a Lugano e ad esplorare per la prima volte una piccola parte di Canton Ticino.

Il primo impatto con questa “sottoregione” della Svizzera è stato bizzarro. Pur trovandoci in un altro Paese, ci sembrava di essere ancora in Italia, sia per la lingua parlata, che per l’offerta culinaria proposta. Una sensazione strana, ma piacevole, alimentata dal fatto che Lugano assomiglia a quei borghi sul Lago di Como che tanto ci hanno fatto innamorare anni fa.

Abbiamo notato somiglianze soprattutto con Menaggio, Varenna e Bellagio. Anche se il fascino nostrano è pressoché imbattibile quando si parla di borghi che si affacciano su un lago, specie quello di Como.

Ad ogni modo, passare un weekend a Lugano è l’ideale perché ti dà l’opportunità di visitare la cittadina con calma e senza spendere un capitale. Lugano, come del resto tutta la Svizzera, è parecchio cara per gli standard italiani. Questo vuol dire che trascorrerci più di un paio di giorni potrebbe risultare un salasso per la maggior parte dei turisti italiani.

In questo articolo, quindi, cercheremo di fare mente locale e darti qualche suggerimento e aiuto per programmare un weekend a Lugano da non dimenticare.

Dove dormire a Lugano

Weekend a Lugano-gabbani

Dovendo decidere dove alloggiare durante un weekend a Lugano, possiamo dirti cosa sarebbe meglio fare. Dormire in un hotel in posizione centrale ti dà la possibilità di avere tutto a disposizione nel raggio di 200 metri.

In questo senso l’Hotel Gabbani è quello che fa al caso tuo. Il nostro soggiorno qui è stato perfetto: dalla stanza pulita, comoda e con un bagno ampissimo, fino alla colazione a base di prodotti freschi e con varie scelte, passando per uno staff disponibile e molto gentile.

Noi che siamo venuti in macchina l’abbiamo lasciato al parcheggio Autosilo Motta, distante 3 minuti a piedi. Consigliamo di lasciare la macchina ferma al costo di 43€ al giorno. Mentre se vieni in treno sappi che l’hotel dista ugualmente meno di 10 minuti a piedi dalla stazione di Lugano.

Come muoversi a Lugano

 

Ci leghiamo al discorso auto o non auto per suggerirti anche come spostarti se stai un weekend a Lugano. Ebbene, come avrai capito, il modo migliore per esplorare la città è farlo a piedi. Lascia stare l’auto o bus pubblici, perché bene o male tutti i punti di interesse sono raggiungibili abbastanza agilmente a piedi.

In ogni caso, i bus pubblici ci sono e sono anche abbastanza frequenti. Il costo di un singolo biglietto è di 1.30€, per cui nel caso puoi sfruttarli se proprio necessiti di coprire lunghe distanze. Stesso prezzo, inoltre, per la funicolare che ti porterà alla stazione di Lugano.

Weekend a Lugano: 5 esperienze da provare

1- Scoprire la città con una caccia al tesoro

Weekend a Lugano-sara-foxtrail

Come prima attività per il tuo weekend a Lugano noi consigliamo di esplorare la città in maniera non convenzionale. Vale a dire avvalersi di una caccia al tesoro che si sviluppa per tutta la città, dandoti la possibilità di visitare anche luoghi meno conosciuti.

A fornire la caccia al tesoro è Foxtrail dal cui sito online puoi comprare questa attività, adatta per coppie, amici o famiglie. Si compone di 19 indizi che vanno risolti e che ci hanno portato a scoprire luoghi sempre nuovi e curiosità interessanti. Dura mediamente 3 orette e possiamo garantirti che non ci si annoia, tutt’altro.

Il costo parte da 17€ a persona, che comprende una mappa e l’app da scaricare, utile da sbirciare per avere soluzioni agli indizi in casi estremi.

2- Mangiare piatti tipici con un food tour dedicato

Da un tour culturale ad uno culinario, dal Foxtrail al Taste My Swiss City Tour. Un tour enogastronomico che si svolge tutto in centro a Lugano e che prevede di visitare 5 diversi locali per assaggiare varie specialità locali.

Il costo è importante, perché si tratta di 90€ a persona, ma sono inclusi vari assaggi di piatti tipici buonissimi. Il nostro tour prevedeva le tappe a:

  • Grand Caffè Al Porto: caffé storico del 1803 in cui abbiamo fatto una colazione a base di pomodoro con mousse di lamponi e cuore di panna cotta e torta della casa
  • Bernasconi Gastronomia: l’assaggio prevedeva finger food locale con polenta e luganighetta
  • Bottegone del Vino: una terza tappa all’insegna dei formaggi tipici di Lugano come il piora, il fieudo e il pesciüm. Oltre ovviamente ad un buon bicchiere di vino
  • La Tinera: un ristorante storico in cui gustare un pranzetto a base di luganega, risotto e tazzin di vino rosso
  • Gelateria Vanini: ultima tappa per concludere in bellezza con un gelato gourmet nella piazza principale di Lugano

3- Salire sul pedalò sul lago di Lugano

Weekend a Lugano-pedalò

Stando un weekend a Lugano, se il meteo lo consente, dovresti recarti sul lungolago e noleggiare un pedalò. Per farlo ti basta andare da Rivetta Tell e noleggiare uno dei meravigliosi pedalò a forma di macchina d’epoca.

Il noleggio ha un costo di 1€ al minuto e secondo noi 30-40 minuti possono già bastare per poter godersi l’esperienza. La capienza massima è di 2 persone ed è indubbiamente l’esperienza più romantica che potrai fare in città.

4- Passeggiare per Parco Ciani

Weekend a Lugano-parco-ciani

 

Non molto distante dall’imbarco per il pedalò si trova uno dei parchi più belli e suggestivi non solo di Lugano, ma di tutto il Canton Ticino: Parco Ciani.

La sua posizione fronte lago è indubbiamente privilegiata, e una passeggiata sul sentiero tracciato è un must per i luganesi e per i turisti. Tra l’altro l’accesso a Parco Ciani è gratuito, quindi è da approfittarne visti i prezzi alti per le attrazioni a Lugano.

5- Ammirare la città dal Monte San Salvatore

Quinta e ultima attività da fare se passi un weekend a Lugano è salire sul Monte San Salvatore (oltre 900 metri) e ammirare la città e il lago dall’alto. Le possibilità in questo caso sono due:

  • Con la funicolare: situata a 5 minuti a piedi dalla stazione FFSS della località Paradiso al costo di 30€ A/R
  • A piedi: seguendo il sentiero che si snoda sotto la funicolare. Faticoso e abbastanza lungo (almeno 1.30h a tratta), ma per chi è appassionato di trekking vale la pena

Il panorama quando si raggiunge la sommità del Monte San Salvatore è favoloso, anche se comunque sono diversi gli spot che si possono incontrare lungo il percorso. Tra questi: Capodoro, Monterosa, la Cornice Gialla, la Chiesa San Salvatore e Puntoverde (la vetta del Monte San Salvatore).

post a comment