Top
Africa

Ci sono storie che non hanno bisogno di tanti preamboli, ma ti colpiscono dritte al cuore. Una di queste è la storia di Giulia Lamarca, una ragazza semplice, con gli occhi pieni di vita e una voglia irrefrenabile di girare il mondo.

Niente di nuovo direte voi, se non fosse che Giulia ha perso l'uso delle gambe ed è in carrozzina da quasi 8 anni ormai.

Eppure, questo tragico incidente che avrebbe scalfito psicologicamente diverse persone, non ha impedito a Giulia di coronare un suo grande sogno: viaggiare per il mondo insieme al suo compagno di vita e di avventure, Andrea.

A 27 anni si è rimessa in gioco e ha deciso di raccontarci la sua incredibile storia in un'intervista. Un limpido esempio di coraggio, perseveranza e tanta, tanta forza d'animo.

Iniziamo il 2019 con uno sguardo ancora all'anno passato, un anno che per noi è stato denso di viaggi e di avventure di ogni genere. Un anno che, tra la miriade di viaggi fatti, ci ha visto per ben 40 giorni attraversare gli Stati Uniti durante il coast to coast e, senza dubbio, questo è stato per noi il viaggio non solo dell'anno, ma della vita (almeno fino adesso). Lo abbiamo raccontato in tutte le salse, ma c'è ancora una cosa molto importante di cui vogliamo parlarti. La domanda che più di tutte ci ha fatto chi ci segue: "Quanto costa un coast to coast in USA?".

Africa

Ieri ti abbiamo svelato la giornata colma di sorprese che avevo riservato alla Sara il giorno del suo compleanno a New York, ma è giunto il momento di parlare in maniera più approfondita dell'ultimo regalo che le ho svelato. Un regalo che da tempo meditavo di farle e che finalmente ho potuto concretizzare: mangiare in un ristorante rotante a New York. Ma non in un ristorante qualsiasi, bensì il The View, in piena Times Square. E adesso vi racconto la nostra esperienza e alcuni suggerimenti su come prenotare e dove sedersi per una visuale migliore.

Africa

Chi non ha mai sognato di festeggiare il compleanno a New York? La città dove ogni sogno può diventare realtà. Per i miei 25 anni non volevo dare un freno ai miei sogni, ed è stato proprio a mezzanotte di quel 17 Maggio 2017 che ho aperto gli occhi e ho realizzato di essere esattamente nel posto in cui volevo essere: New York. Sentivo di poter fare qualsiasi cosa, come fossi la protagonista di un film. E infatti tutto iniziò con una scatolina azzurra….

Africa

Eccoci giunti all'ultima tappa del nostro Coast to Coast negli Stati Uniti, la tappa forse più attesa di tutto il viaggio, perché si tratta della nostra città preferita in assoluto: New York. Essendoci già stati a Natale del 2015, e dunque avendo già visto i luoghi più mainstream, questa volta abbiamo scelto di scoprire altri lati della Grande Mela, concentrandoci anche su attività che in inverno non abbiamo potuto fare. Una di queste era noleggiare una barca a Central Park. Fortunatamente a Maggio c'era il clima ideale per affrontare questo genere di attività e dobbiamo dire che n'è valsa davvero la pena. Vogliamo perciò spiegarti come funziona nel dettaglio noleggiare una barca a Central Park e raccontarti la nostra breve avventura a suon di risate e pagaiate.

Una delle esperienze della Grande Mela che più mi rimarrà impressa è certamente il tour Hip Hop a New York. Infatti, per me che amo la musica rap fin da bambino, è stata un'emozione unica poter finalmente guardare con i miei occhi i luoghi nei quali si è sviluppato questo genere musicale e capire come ha davvero preso piede negli anni. Per vivere al meglio quest'esperienza mi sono affidato a uno dei diversi tour che organizzano queste gite giornaliere. In particolare ho scelto l'Hush Hip Hop Tours e in questo post vi racconto la mia indimenticabile giornata all'insegna della black music a New York.

Fare shopping a New York, una delle città più movimentate della Terra, può sembrare scoraggiante all'inizio. Dopo tutto, è difficile trovare da dove cominciare in una delle capitali più grandi della moda quando sembra esserci un grande magazzino di lusso o una boutique chic ad ogni angolo di strada. Abbiamo quindi ridotto ad una breve lista i nostri preferiti luoghi cult dello shopping a New York, quei luoghi in cui devi andare almeno una volta nella vita (dopo ovviamente aver visitato tutti i musei di New York gratis).

Io e Sara non amiamo troppo visitare i musei quando siamo in vacanza, preferiamo esplorare la città e vivere le giornate come fossimo gente del luogo e non semplici turisti. A New York però è stato diverso. Ci sono così tanti musei che è impossibile visitarli tutti, ma quantomeno è possibile entrare nei musei gratis a New York. È un ottimo modo per far avvicinare la cultura con le persone meno abbienti. Ecco, dunque, una lista dei principali musei gratis a New York, con consigli su quando è meglio andare senza pagare neanche un dollaro (o quasi).

Africa

Spesso mi viene chiesto qual è la cosa che mi è piaciuta di più durante il nostro soggiorno a New York. E spesso la faccia del mio interlocutore appare sorpresa nel sentire che il mio posto preferito in assoluto è la sala da tè Alice's Tea Cup a New York, una sala da tè a tema Alice nel Paese delle Meraviglie. E’ la prima cosa che mi viene in mente quando penso a New York. Perché per me New York è stata esattamente come un Paese delle Meraviglie (scoprite qui le 10 cose da fare a New York a Natale!).