Top
luci di Natale a Dyker Heights-copertina

Se decidi di visitare New York nel periodo natalizio c’è un’esperienza che non puoi assolutamente perderti. Parliamo di vedere le luci di Natale a Dyker Heights, la zona per eccellenza di Brooklyn in cui gli abitanti sfoggiano sulle proprie abitazioni luminarie a tema Natale da capogiro. Luminarie che costano mediamente sui 5-6 mila dollari per un mese, ma che possono arrivare anche fino a 20 mila dollari, includendo anche il noleggio dell’attrezzatura e le persone da pagare per montare il tutto.

In questo articolo dettagliato cercheremo di darti tutte le informazioni di cu hai bisogno per organizzare la visita alle luci di Natale a Dyker Heights in completa autonomia e gratuitamente.

Da dove nasce la tradizione delle luci di Natale a Dyker Heights

La prima cosa che ci siamo chiesti non appena siamo arrivati a Dyker Heights è stata capire da dove nascesse questa tradizione di addobbare le case con luminarie così sfarzose e perché proprio in questo quartiere così periferico di Brooklyn. Ebbene, devi sapere che tutto si sviluppa inizialmente negli anni ’80.

All’epoca questo era il quartiere delle pompe funebri e qui si trasferì Lucy Spata, insieme a suo marito, che pensò subito di ravvivare l’atmosfera cupa e tetra iniziando ad addobbare e decorare la propria casa in occasione del Natale. Questo lasciò di stucco gli altri abitanti del quartiere, che però, a loro volta, presero coraggio e, negli anni a venire, cominciarono anch’essi a decorare le proprie abitazioni, quasi come se fosse una sorta di competizione.

Adesso le abitazioni che sentono così tanto lo spirito natalizio sono decine e decine. Lucy Spata c’è ancora e possiamo affermare che la sua è indubbiamente la casa con il quantitativo maggiore di addobbi e decori, forse davvero troppi per i nostri gusti.

Quando iniziano a mettere le luci di Natale a Dyker Heights

Essendo luminarie a tema Natale, va da sé che il periodo in cui poterle vedere sia quello di dicembre. In realtà la tradizione vuole che già subito dopo il Giorno del Ringraziamento (verso fine novembre di ogni anno) gli abitanti inizino piano piano a decorare le case. Siccome, però, ci vuole tempo per montare tutte le luminarie non è consigliato andarci a fine novembre, perché rischieresti di vedere ben poco della magia che si respira.

Suggeriamo piuttosto di scegliere le due settimane che precedono il Natale (indicativamente tra il 10 e il 25 dicembre). Ma in linea di massima fino a Capodanno dovresti vedere le luminarie su tantissime case. Noi siamo andati proprio a metà dicembre e abbiamo trovato infatti una marea di abitazioni decorate e rivestite di ogni genere di luce e addobbo possibile.

luci di Natale a Dyker Heights-star-wars

Qual è il momento migliore per visitare le luci di Natale a Dyker Heights

Per restare in tema, dopo averti detto qual è il periodo ideale per ammirare le luci di Natale a Dyker Heights, ecco che ti spieghiamo anche qual è l’orario migliore della giornata per vederle.

Essendo luminarie è naturale che esse vengano accese solo dopo il tramonto. Se quindi ci andrai di giorno potrai sicuramente ammirare gli addobbi e le decorazioni senza troppa ressa (facendoti anche foto con calma), ma perdendo a nostro avviso la magia che si respira la sera. Il momento migliore in cui andare è circa un’ora e mezza dopo il tramonto (verso le 18-18.30 per intenderci).

Andare troppo tardi potrebbe compromettere la visita per gli abitanti verso le 21.30-22 tendono a spegnere le luminarie. In questo caso, quindi, rischieresti di arrivare a Dyker Heights per niente e non sarebbe affatto piacevole.

luci di Natale a Dyker Heights-copertina

Come arrivare a Dyker Heights e quanto tempo dura la visita

Come accennato in precedenza, Dyker Heights si trova in una zona periferica di Brooklyn (non in zona Dumbo per intenderci). E mediamente dal centro di Manhattan ci vogliono almeno 70-80 minuti tra metro e passeggiata. Noi abbiamo optato proprio per questa opzione, prendendo un paio di metro (puoi consultare su Google Maps le combinazioni migliori) e poi siamo scesi alla fermata 79St. Così facendo ci siamo concessi una ventina di minuti a piedi, prima di arrivare nel cuore di Dyker Heights, per poter iniziare ad ammirare le prime case addobbate per Natale.

Puoi anche optare per una corsa in Uber, ma la corsa difficilmente ti costerà meno di 50-60$ a tratta. Contando poi che verso le 18 New York è paralizzata dal traffico di solito, non ci metteresti neanche troppo di meno rispetto alla combo metro+camminata.

Se opterai come noi per la visita in autonomia potrai regolarti tu e decidere quanto farla durare. Tieni conto che per ammirare le case e le vie principali almeno 2 ore servono. Noi siamo stati tra una cosa e l’altra 2.30h e solo perché faceva tanto freddo abbiamo deciso di andare via, altrimenti saremmo rimasti magari un’oretta extra.

Tour in autonomia o tour di gruppo? Quale conviene

 

Arriviamo ad un punto focale per quanto riguarda la visita delle luci di Natale a Dyker Heights. Sì perché c’è anche la possibilità di ammirarle con un tour di gruppo, oltre che girare per il quartiere da soli. Ecco quindi quali sono, secondo noi, i pro del tour in autonomia rispetto a quello di gruppo:

  • Il prezzo: il tour in autonomia è gratuito, mentre quello di gruppo ha un costo non indifferente. Di solito non meno di 70-80$ a testa
  • La durata: i tour di gruppo hanno una durata limitata, solitamente di un paio d’ore massimo, mentre in autonomia puoi gestirti tu liberamente
  • Il tempo davanti alle abitazioni: i tour organizzati lasciano pochi minuti di tempo alle persone davanti alle abitazioni per scattare foto in libertà, mentre da soli si può restare tutto il tempo che si vuole
  • La compagnia: nei tour di gruppo ovviamente si è in tanti, spesso troppi, e questo può risultare anche scomodo dato che bisogna aspettare le persone più lente. Da soli, per forza di cose, ci si gestisce come meglio si vuole

Gli unici due vantaggi che attribuiamo ai tour di gruppo riguardano il trasporto e la guida locale. Il primo solitamente è incluso nel prezzo e comprende uno spostamento A/R in un van riscaldato. La guida locale è un plus perché ti spiega in diretta le tradizioni e le decorazioni di ogni singola casa, nonché le curiosità di alcuni abitanti e delle loro usanze. Se però cerchi accuratamente su internet potrai documentarti facilmente anche tu.

Itinerario in autonomia tra le luci di Natale a Dyker Heights

luci di Natale a Dyker Heights-lucy-spata

In definitiva, il tour in autonomia secondo noi non ha eguali ed è quello che consigliamo se vuoi ammirare le luci di Natale a Dyker Heights. Arriviamo adesso a parlarti di un altro aspetto fondamentale dell’esperienza: la scelta dell’itinerario migliore da percorrere, che comprende strade e abitazioni da non perdere.

Le migliori luci di Natale a Dyker Heights

Le case che sfoggiano luci di Natale a Dyker Heights sono centinaia per davvero, ognuna con uno stile diverso e addobbi unici e particolari, per non dire bizzarri. Se vuoi ammirare le abitazioni più sfavillanti recati tra la 83a e la 85a strada e tra la 10a e la 12a Avenue. Invece le abitazioni imperdibili sono le seguenti:

  • Lucy Spata House: 1152 84th Street
  • Polizzotto Home: 1145 84th Street
  • Frank Mangano House: 1023 83rd Street
  • Forest of Light: 1134 83rd Street
  • Community Mayor’s Home: 8312 12th Avenue

Queste sono solo le più imponenti e le più famose, ma davvero sono moltissime le abitazioni addobbate per Natale e davanti alle quali perdersi a scattare foto. La cosa bella di queste abitazioni, poi, è che alcune di esse cambiano luminarie e addobbi di anno in anno. Così da non risultare sempre le stesse e non annoiare.

Ricorda però che le case sono visitabili solo all’esterno e che in nessun caso potrai ai entrare al loro interno. Rispetta sempre i cartelli che trovi davanti alle abitazioni, perché è violazione di domicilio superare staccionate, catene e cancelli.

luci di Natale a Dyker Heights-luminarie-verdi

Consigli pratici: come combattere il freddo

Ne abbiamo parlato prima e ci teniamo a ribadirlo nuovamente. L’unico difetto di questa esperienza a Dyker Heights riguarda il freddo che si patisce, dato che il tour tra le abitazioni è tutto in esterna in un mese dell’anno storicamente freddo. Noi siamo stati particolarmente sfortunati perché abbiamo preso una serata molto ventosa e rigida (circa 1 grado già alle 18), ma quantomeno non pioveva.

Lo sapevamo e siamo partiti preparati, per cui consigliamo sempre di indossare abbigliamento termico (sia sopra che sotto), cappotto pesante, cuffia, guanti, sciarpa e calzetti felpati oltre a scarpe comode, visto che dovrai camminare diversi km in totale.

Per combattere il freddo puoi anche portarti un thermos con bevande calde, se ce l’hai, o acquistare direttamente sul posto nei vari stand presenti cioccolata calda e tè. Il costo è mediamente sui 5$, così come anche i biscotti artigianali e altri snack che i chioschi vendono nelle strade più gettonate.

post a comment