Top
Dubai in due giorni-motf

Negli ultimi anni c’è una meta che sta sempre più diventando di moda tra gli italiani, sia per soggiorni lunghi, ma anche per brevi stop over. Ci riferiamo alla città di Dubai, negli Emirati Arabi, una metropoli che cambia fisionomia di anno in anno e con sempre più attrazioni ed esperienze da provare per qualsiasi età e passione. Noi abbiamo visitato Dubai in due giorni, durante uno stop over per andare alle Maldive, e ti parleremo nello specifico delle attività imperdibili da fare in città in 48h, sia turistiche che meno note.

Dall’aeroporto di Dubai al centro città: come arrivare

Prima di tutto, però, è importante sapere come arrivare al proprio alloggio partendo dall’aeroporto di Dubai, uno dei più moderni e grandi al mondo insieme a quello di Abu Dhabi. Se come noi alloggi in centro, hai 4 opzioni a tua disposizione tra cui scegliere:

  • Metro: Mezzo comodo ed economico, ma che dura circa fino a mezzanotte. Se arrivi tardi la sera può risultare quindi fuori uso e conviene concentrarsi su altre soluzioni
  • Autobus: le linee che collegano l’aeroporto di Dubai con i vari punti nevralgici della città sono la 401, 402, C1 e C2 (queste ultime due operative H24, mentre le altre fino alle 22). Le corse sono molto economiche, meno di 1€ a testa, ma non risulta comodissimo come mezzo di trasporto
  • Taxi: Il mezzo indubbiamente meno economico, ma anche quello più comodo e veloce per raggiungere destinazione. In media una corsa verso il centro ti costerà sui 20€, ma ci metterai meno di 15 minuti contro i 30 qualora prendessi i mezzi. Per chiamare i taxi puoi usare sia Uber che il suo equivalente emiro, Careem
  • Auto a noleggio: sicuramente il mezzo più comodo per essere autonomo in qualunque momento del tuo soggiorno. In media un noleggio per auto ti costerà 30-35€ al giorno, ma se prenoti con largo anticipo potrai risparmiare

Dove dormire a Dubai

Esplorando Dubai in due giorni ti sarà certamente utile avere un hotel in una posizione strategica. Ecco perché, se hai budget, puoi provvedere per il 25 Hours Hotel One Central. Un albergo 5 stelle che si trova nella zona centrale di Dubai, a meno di 15 minuti di macchina dall’aeroporto e con vista direttamente sul Museo del Futuro (raggiungibile persino a piedi in pochi minuti).

L’architettura dell’hotel, già a partire dalla hall, è strabiliante e assai moderna. Le camere, poi, hanno un diverso tema e sono curate in ogni minimo dettaglio. Noi avevamo la stanza beduina, con doccia a vista e amaca appesa al soffitto.

Un altro elemento che ci ha conquistato è la colazione inclusa nella tariffa. La scelta per la mattina è sconfinata e difficilmente bastano anche 4-5 colazioni per assaggiare tutto quello che è messo a disposizione dal gentilissimo staff dell’albergo. Consigliamo decisamente un soggiorno di un paio di notti almeno in questo hotel, anche se ovviamente il prezzo a notte è alto. Parliamo infatti di almeno 450€ per camera a notte.

Dubai in due giorni-hotel

Dubai in due giorni: 10 luoghi da non perdere

Alloggiando in pieno centro città, e avendo poco tempo a disposizione, abbiamo dato la priorità alla zona centrale di Dubai tralasciando Dubai Marina che merita comunque molto, ma che avremo modo di visitare negli anni a venire.  Ecco quindi i 10 luoghi imperdibili se hai in mente di visitare Dubai in due giorni pieni.

1- Museum of the Future

Dubai in due giorni-motf

Il nostro racconto di cosa fare a Dubai in due giorni comincia dal museo più innovativo e stimolante che abbiamo visto ultimamente: il Museo del Futuro. Già dall’esterno l’architettura stupisce e lascia a bocca aperta. La forma ricorda quella di un occhio, con sopra incise a caratteri cubitali frasi dello Sceicco Mohammed Bin Rashid Al Maktoum che esprime il suo parere proprio sul futuro della città di Dubai.

Ma se l’esterno è già di per sé iconico (specie la sera quando è tutto illuminato), gli interni sono da strabuzzare gli occhi. L’edificio si compone di 7 piani visitabili grazie ad ascensori a capsula, in pieno stile futuristico, e con pinguini robot che fluttuano in aria e che si muovono autonomamente.

Ogni piano del Museo è dedicato a scoperte e proposte che immaginano non solo la città di Dubai nel 2070, ma come l’intero mondo possa essere stravolto da tali invenzioni. È così che puoi vedere come il DNA degli esseri viventi sarà conservato in un’apposita banca dati; o di come le Jetsuits saranno le tute che permetteranno all’uomo di recarsi al lavoro volando in cielo.

 

Ma le proiezioni di come sarà il mondo tra 50 anni sono davvero tantissime e non vogliamo spoilerartele qui. Consigliamo di prenotare per tempo i biglietti e viverti un paio d’ore dentro a questo Museo sensazionale (e a tratti angosciante).

Costo: 149 AED (38€) a testa

2- Burj Khalifa

Se fino a 15 anni fa il simbolo di Dubai era “La Vela”, ovvero il Burj al Arab, adesso il passaggio di testimone è stato dato da qualche anno ad un altro Burj: il Burj Khalifa, il grattacielo più alto al mondo (828 metri).

Dal basso è veramente imponente, ma devi sapere che puoi anche salirci sopra e arrivare fino al 148° piano (555 metri d’altezza). Consigliamo per la visita di prenotare i biglietti con largo anticipo e, se hai modo, di andarci ad orario tramonto. Ecco i prezzi aggiornati:

  • Salita fino al 124° e 125° piano: a partire da 40€ a testa
  • Salita fino al 148° piano: a partire da 130€ a testa

3- Burj Khalifa Park

Dubai in due giorni-burj

In aggiunta a questa esperienza, puoi anche goderti il panorama del grattacielo dal basso, ammirando lo spettacolo di luci e suoni delle fontane danzanti che si tiene ogni giorno in determinate fasce orarie:

  • Alle 13 e alle 13.30
  • Dalle 18 alle 22 ogni 30 minuti

Di giorno lo spettacolo è bellissimo, ma è di sera che dà il suo meglio a nostro avviso. Questo perché l’intero Burj Khalifa si illumina con temi diversi per ogni spettacolo, rendendo l’atmosfera magica.

A pochi minuti a piedi si estende poi il Burj Khalifa Park, un’oasi verde immersa tra i grattacieli con installazioni artistiche come soffioni giganti, fiori di loto colorati e le ali dorate Wings of Mexico da cui scattare una foto memorabile con il Burj Khalifa sullo sfondo.

Costo: gratis

4- Dubai Mall

Se ami i centri commerciali allora sappi che visitando Dubai in due giorni è immancabile una tappa nel centro commerciale più grande al mondo: il Dubai Mall. Si trova proprio accanto al Burj Khalifa e quindi risulta comodissimo da visitare, anche se è talmente sconfinato e con più di 1200 negozi stabili che, se lo vorrai girare tutto, ci metterai almeno mezza giornata.

Noi ci abbiamo passato un paio d’ore e i tre punti in cui ti consigliamo di andare sono:

  • Eden of Coronet, la chitarra più costosa al mondo. Ben 2 milioni di dollari per l’esattezza, dato che è tempestata di diamanti
  • La doppia cascata interna con installazioni di tuffatori, sbalorditiva ed enorme
  • Parker’s, il locale in cui puoi sentirti come Bruce di Matilda 6 Mitica e assaggiare la torta della signorina Trinciabue. Per fortuna il sapore è delizioso ed è solo una fetta che puoi anche portare a casa se non riesci a finire. Il costo è di 22€ a fetta ed è consigliabile per 3 persone almeno

Dubai in due giorni-matilda-cake

5- Sky Observatory

Prima abbiamo parlato del Burj Khalifa, ma se vuoi un grattacielo da cui ammirare Dubai dall’alto, con anche il Burj Khalifa sullo sfondo, allora quel grattacielo in questione è lo Sky Observatory.

Corrisponde un po’ al Top of The Rock di NYC (da cui è possibile ammirare lo skyline cittadino con anche l’Empire State Building), solo che in questo caso, puoi non solo ammirare il panorama, ma divertirti con qualche attività extra.

Noi ad esempio ci siamo buttati prima sul cibo, assaggiando un delizioso burger di pane nero con foglia d’oro al costo di 15€. E poi abbiamo provato lo scivolo del grattacielo, lo Sky Slide. Si tratta appunto di uno scivolo di vetro sospeso a 220 metri d’altezza, in totale sicurezza, e lungo si è no 15 metri. La fila per provare questa attrazione è lunga, almeno 30 minuti, ma l’adrenalina del momento (per quanto veloce) vale l’attesa tutto sommato.

Costo: 85 AED (21€) a testa per Sky Observatory + Sky Slide (1 discesa)

Dubai in due giorni-sky-observatory

6- Miracle Garden

Se visiti Dubai in due giorni tra settembre e aprile allora non puoi proprio perderti il giardino floreale più grande al mondo con ben 72 mila metri quadrati di terreno: il Miracle Garden.

Al suo interno ci sono oltre 150 milioni di 120 varietà di fiori, usati per decorare centinaia di installazioni di ogni genere: da tunnel di cuori, all’aereo di Emirates, passando per l’area Disney e persino a quella dei Puffi.

Consigliamo la visita nell’orario a ridosso del tramonto, così da evitare il caldo torrido della giornata. Meglio quindi prenotare i biglietti nelle 2-3 ore che anticipano la chiusura del giardino.

Costo: 95 AED (24€) a testa

7- Dubai Glow Garden

Un altro parco mozzafiato che merita di essere visto è da ammirare quando il sole tramonta in questo caso. Parliamo del Dubai Glow Garden, un giardino con installazioni luminose e colorate di ogni genere che si trova nel cuore di Dubai.

Un parco perfetto per grandi e piccini in cui spendere un paio d’ore a partire dall’orario del tramonto fino alle 11 di sera (mezzanotte tutti i sabati e i giorni di festa).

Costo: 70 AED (18€) a testa

8- Aya Universe

Continuiamo a parlarti di cosa fare a Dubai in due giorni, illustrandoti luogo non troppo conosciuto, ma suggestivo in cui spendere un paio d’ore diverse dal solito.

Ci riferiamo ad Aya Universe, una mostra immersiva e galattica formata da 12 stanze, ognuna con un tema diverso, da esplorare e con colori, luci e suoni che ti trasportano per davvero in un’altra dimensione.

Alcune stanze sono davvero sensazionali e ci saremmo rimasti per ore da quanto erano ipnotiche e, allo stesso tempo, rilassanti. All’entrata ti daranno anche un passaporto galattico in cui attaccare tutti i timbri delle 12 stanze che visiterai.

Costo: 125 AED (31€) a testa

9- Al Fahidi: il quartiere antico

Dubai in due giorni-old-dubai

Oltre ai grattacieli smisurati e allo sfarzo della Dubai più nota e turistica, c’è un’altra Dubai che è altrettanto affascinante, ma molto meno inflazionata. Stiamo parlando di Al Fahidi, il quartiere antico di Dubai, che mostra ancora oggi com’era la città in passato, prima del boom petrolifero, quando consisteva ancora in un villaggio pittoresco sulle rive del Dubai Creek, famoso per il commercio di tessuti e perle.

Le case di questo quartiere sono diventate patrimonio UNESCO, poiché sono state costruite con una particolare tecnica a base di pietra, teak, legno di sandalo e gesso. Perdersi nelle viuzze del quartiere è un must, anche se i negozianti non mancheranno di invitarti in ogni dove all’interno dei loro piccoli bazar.

Ci ha stupito molto, tra l’altro, vedere uno degli Starbucks più particolari al mondo. Il motivo? Perché è stato costruito all’interno di una di queste abitazioni tradizionali. Cominciare qui la giornata non ha prezzo a nostro avviso.

Dubai in due giorni-starbucks

10- Souk dell’oro e delle spezie

Da Al Fahidi puoi prendere l’Abra, l’imbarcazione stile “vaporetto” di Dubai che, per meno di 80 centesimi, ti porterà sulla sponda opposta del fiume dove devi visitare l’ultimo luogo dell’itinerario a Dubai in due giorni: il souk dell’oro e delle spezie.

Dubai in due giorni-abra

Se di souk delle spezie ce ne sono tantissimi in giro per il mondo, quello dell’oro è sicuramente più particolare. All’ingresso di questo souk è esposto persino l’anello più grande al mondo che pesa ben 64 kg. Anch’esso, come la chitarra del Dubai Mall è ovviamente tempestato di diamanti e abbonda di oro, ma non è l’unico pezzo forte del souk. Ci sono infatti tantissimi negozi con oggetti e accessori dorati che meritano quantomeno un’occhiata.

Dubai in due giorni-souk-spezie

 

Ricorda sempre di contrattare per qualunque prezzo che ti proporranno. Tieni conto solitamente di abbassare come minimo di un terzo rispetto al prezzo che ti diranno. Se quindi ti offrono 600 AED per un prodotto prova ad arrivare quantomeno a 400 AED, ma se riesci anche alla metà del prezzo (200 AED).

post a comment