Top
dove passare il ponte del 1 novembre-civita-di-bagnoregio

Per un viaggiatore che lavora non c’è niente di meglio che sfruttare i ponti per partire. E proprio a fine 2018 c’è forse il ponte più atteso dell’anno: quello dei morti, che va da giovedì 1 a domenica 4 novembre. Da mesi il domandone che echeggia nell’aria è: “dove passare il ponte del 1 novembre?“. Ecco dunque che abbiamo deciso di racchiudere in questo post non i classici luoghi dove si fugge per qualche giorno, ma 10 mete insolite che si possono raggiungere sia in aereo che in macchina. Sperando di poterti ispirare se ancora sei indeciso sul da farsi.

Dove passare il ponte del 1 novembre: 10 mete insolite

1- Andare in montagna e vedere il lago di Carezza

escursione al lago di carezza

La montagna è un evergreen in qualsiasi stagione e il lago di Carezza è una delle location più suggestive delle Dolomiti, e in più non è così tanto inflazionata.

Ci siamo stati recentemente ed è una location perfetta dove passare il ponte 1 novembre. Questo anche perché essendo pieno autunno si potrà assistere ad un foliage magico che, con le tonalità verde smeraldo del lago, creeranno un gioco di colori favoloso.

2- Parma e il labirinto più grande del mondo

labirinto della masone-percorso

Ci spostiamo un po’ più a sud, nella nostra regione. Qui spicca Parma, o come ci piace chiamarla “la piccola Parigi”, come meta dove passare il ponte del 1 novembre.

La sua atmosfera così raffinata ed elegante ci ha ricordato molto la capitale parigina ed è una città tutta da scoprire, sia dal punto di vista storico che culinario.

Inoltre, poco distante da Parma, a Fontanellato, merita una visita anche il Labirinto della Masone. Si tratta del labirinto più grande del mondo, con una lunghezza di circa 3 km e formato da oltre 200 mila piante di bambù. Un’attività insolita, ma da provare assolutamente.

3- Soggiornare in un albergo diffuso a Borgo Apricale in Liguria

albergo diffuso muntaecara-apricale

Restiamo sempre in Italia, questa volta in Liguria e più precisamente a Borgo Apricale, un piccolissimo borgo risalente al 1600 e arroccato sopra una montagna. La particolarità vera e propria è che si tratta di uno dei pochi borghi italiani dove è possibile soggiornare in un albergo diffuso.

Questo significa che in tutto il piccolo borgo sono sparse delle abitazioni, lasciate libere solo per i turisti, che possono calarsi in una realtà completamente differente da quella delle grandi città. Qui tranquillità e quiete regnano sovrane, ma se ti manca la frenesia delle grandi città non c’è problema.

Nel raggio di un’ora e mezza puoi raggiungere comodamente anche vere e proprie città come Ventimiglia, Genova e persino Nizza.

4- Tentare le prime sciate ad Innsbruck

cosa fare a Innsbruck in un giorno-casette-sul-fiume

Un’altra meta ideale dove passare il ponte del 1 novembre, specie se abiti nel nord Italia, è Innsbruck. Cittadina austriaca deliziosa, è la meta perfetta per chi ama sciare, dato che tutt’attorno la città è pieno di impianti e piste da sci, anche se a novembre non è detto che ci sia già la neve.

Tentar comunque non nuoce e anche se non si riuscisse a sciare Innsbruck offre diverse attività che si possono vedere. Tra queste, specialmente il celebre Tettuccio D’oro, la Torre Civica e il lungo fiume Inn, costellato di splendide casette colorate.

5- Bucarest e il castello di Dracula

dove passare il ponte del 1 novembre-castello-bran

È tempo di spostarci ad est per una meta insolita ai più: Bucarest, capitale della Romania. Se freddo e pioggia non ti spaventano allora è la meta perfetta per te, dato che il tempo in quella stagione non è dei migliori (parlo per esperienza).

Bucarest rappresenta la città perfetta da vedere in 3-4 giorni. Questo perché, oltre al centro città, al quartiere universitario e alla maestosa reggia imperiale è possibile organizzare anche una gita di un giorno o due nel famoso Castello di Bran, detto anche il Castello di Dracula, che ha ispirato decine di film e leggende.

Inoltre, rispetto a molte altre mete europee e non, Bucarest rappresenta una soluzione alquanto favorevole dal punto di vista economico. Se hai un budget limitato prendila in considerazione.

6- Dormire in una casa sull’albero vicino al lago di Bled

glamping sul lago di bled-casa-sull-albero

Dove passare il ponte del 1 novembre se non in un luogo incantato e fiabesco come una casa sul’albero? Questo è possibile in Slovenia, vicino al lago di Bled, dove si può sperimentare il glamping, ovvero un campeggio glamour, in cui si dorme in vere e proprie casette di legno poste su alberi e con una tinozza d’acqua bollente posta sul patio esterno.

Inoltre, a pochi minuti di macchina, si trova come detto il lago di Bled dal quale partono anche diversi percorsi di trekking e hiking per gli appassionati. Se poi il tempo non fosse magnanimo non c’è problema. Puoi goderti a pieno il tepore della casetta sull’albero e della tinozza mentre fuori fa freddo e piove. Cosa c’è di meglio?

7- Il magico villaggio di Giethoorn dove non esistono (quasi) strade

giethoorn

Altro luogo inusuale, ma che noi abbiamo amato è Giethoorn, un paesino olandese quasi completamente privo di strade e chiamato “La Venezia del Nord“. Meta ideale dove passare il ponte del 1 novembre in assoluta tranquillità, senza rumori di macchine, stress da traffico e troppa gente.

Un piccolo paradiso verde dove ci si muove solo a piedi, in bici o con le barche attraverso gli innumerevoli canali che scorrono tra le casette e i giardini di Giethoorn.

Se pensi poi di annoiarti a stare più di 1-2 giorni a Giethoorn puoi valutare di attaccare un altro paio di giorni a città vicine come Amsterdam o Eindhoven.

8- L’isola di Malta che non passa mai di moda

vacanza a Malta-spiaggia-foto-copertina

Se sei tra quelli che sentono già la nostalgia del mare in autunno c’è una soluzione: Malta. Comoda e facile da raggiungere, l’isola di Malta rappresenta la meta perfetta per chi non vuole rinunciare al mare anche fuori stagione.

Nonostante non ci siano temperature africane, può essere comunque gradevole trascorrere qualche giorno su quest’isola e godersi il mare e le spiagge in tranquillità, senza la calca dei soliti turisti invadenti.

9- Sofia e il Monastero di Rila patrimonio UNESCO

monastero di rila

Nona meta perfetta se ti chiedi dove passare il ponte del 1 novembre è la capitale della Bulgaria: Sofia. Perfetta perché si visita tranquillamente in 3-4 giorni, sia con i mezzi che a piedi.

Non sono solo le chiese e le cattedrali a rendere interessante la capitale bulgara, ma anche ciò che si trova a circa 2 ore di distanza dalla città: il Monastero di Rila, uno dei monumenti più celebri dell’est Europa, incastonato tra le montagne e patrimonio dell’UNESCO.

Certo, anche in questo caso le temperature sono agli antipodi rispetto a mete come Malta, però lo spettacolo di Sofia e del Monastero di Rila ripagano qualsiasi ondata di freddo. Garantito.

10- Civita di Bagnoregio, la città che muore

L’ultima meta che ti raccomando se non sai dove passare il ponte del 1 novembre è una meta molto particolare, situata nel Lazio: Civita di Bagnoregio.

In molti ce l’hanno consigliata come meta insolita italiana. Dovevamo andarci a settembre, ma purtroppo non abbiamo potuto e ancora non siamo riusciti a visitarla. L’appuntamento però è solo rimandato, nel 2019 speriamo di coronare questo piccolo sogno.

Civita di Bagnoregio è un piccolo villaggio medievale e se è stata definita “La città che muore” c’è un motivo. Nei decenni, infatti, ha visto un drastico calo della popolazione, anche se ultimamente, grazie al turismo, sta avendo una nuova impennata.

Il fatto che sia arroccata tra i calanchi e che sia un borgo così radicato alle origini e immutato nel tempo rende Civita di Bagnoregio una delle località più affascinanti e intriganti d’Italia. Ideale per una gita di 3 giorni durante il ponte di inizio novembre.

post a comment