Top

Nella selvaggia e remota isola di Eleuthera (pronunciata dai locali “Elùtera“), una della 700 isole che compongono le Bahamas, abbiamo recentemente trovato un alloggio a dir poco paradisiaco. Hai presente quelle ville dei classici film americani, con infinite stanze e un accesso privato alla spiaggia? Il cottage Shooting Star di Joe e Tom è esattamente questo: il luogo perfetto in cui dormire a Eleuthera.

Noi abbiamo avuto la fortuna di essere stati loro ospiti per ben 5 notti, così siamo riusciti a godercela al meglio e ad assaporare ogni dettaglio e ogni angolo della casa per poterlo raccontare sul blog. E oggi te ne vogliamo parlare, elencando i tanti pregi, ma anche i difetti, se proprio vogliamo essere pignoli.

Dove dormire a Eleuthera: Bird of Paradise Cottage

Come arrivare al cottage

Solitamente, per arrivare al cottage di Joe e Tom, è necessario partire da uno dei due principali aeroporti dell’isola: Governor’s Harbour o North Eleuthera.

La differenza sostanziale sta nella durata del tragitto da fare in macchina. Infatti, Governor’s Harbour è l’aeroporto più vicino al cottage e ci vogliono appena 15 minuti in auto. Mentre da North Eleuthera ci vuole circa 1.15h.

Noi non sapevamo che ci fosse un secondo aeroporto più vicino al cottage, per cui abbiamo volato su North Eleuthera, ma il nostro consiglio è di atterrare a Governor’s Harbour, sempre che i prezzi siano accessibili.

In ogni caso, sia da un aeroporto che dall’altro, è obbligatorio arrivarci in macchina. In tutta l’isola non ci sono bus e l’unico mezzo che le persone sfruttano è proprio la macchina.

Per cui ci sono due modi per venire a capo di questo problema:

  • Pagare un taxi all’aeroporto e successivamente noleggiare una macchina per muoversi
  • Oppure avere già il contatto di una persona che ti viene a prendere all’aeroporto e dopo ti noleggia la sua macchina

La seconda opzione è quella che abbiamo scelto noi ed è quella più consigliata. Il nostro uomo di fiducia era Rodney, amico di Joe e Tom da una vita, e che da anni mette a disposizione una delle sue macchine per noleggiarla ai turisti.

Il costo è di 70$ al giorno. Molto, ma in un’isola così remota non ci aspettavamo certo di meno e ad Eleuthera se ci volevamo muovere anche solo per fare la spesa la macchina era indispensabile.

Dove si trova

L’isola di Eleuthera è stretta, ma molto lunga. Basti pensare che ci vogliono quasi 3 ore a percorrerla in macchina da nord a sud. Per fortuna il cottage si trova a metà strada, così che la distanza massima da percorrere per raggiungere una spiaggia è di 1.20h.

Tom e Joe mettono a disposizione tre cottage (costruiti dal figlio di Rodney) che hanno una caratteristica unica. Sono le case più vicine al mare di tutta Eleuthera, a neanche un metro dalla spiaggia, il che le rende davvero esclusive.

Inoltre, tutti e tre i cottage sono a pochi metri da uno dei ristoranti di punta dell’isola: Tippy’s. Certo, i prezzi non sono certo economici, ma per un pranzo o una cena si può fare uno strappo alla regola.

Struttura dell’alloggio

Come dicevamo prima, il Bird of Paradise Cottage si compone di tre case: Golden Chalice, Purple Papaya e Shooting Star.

L’ultima casa è stato il nostro nido per 5 giorni e non potevamo certo chiedere di meglio. Il cottage Shooting Star è l’unico dei tre che ha due piani.

dormire a Eleuthera-esterno-casa

Al piano di sotto è presente un enorme spazio dove si trova sia il salotto che la moderna cucina, ma anche l’ampio tavolo su cui mangiare e persino un bagno.

Ma la parte migliore di tutte è l’ampia vetrata che circonda tutto il soggiorno e che si affaccia direttamente sul mare. Vedere il mare appena svegli, a pochi metri da noi, era una sensazione che non aveva eguali.

Salita una rampa di scale si arriva poi al piano superiore, dove si trovano ben due spaziose camere da letto. In entrambe sono presenti due bagni e anche l’accesso al balcone, anch’esso con vista mare.

La casa perfetta, insomma. Ancora no, perché i pregi e i plus del cottage non sono finiti qui.

I plus del cottage

Sono diversi i vantaggi che lo Shooting Star offre e noi li abbiamo scoperti piano piano. Il primo e più immediato è certamente il patio con la piscina privata, ideale per iniziare la giornata quando il sole batte proprio sulla piscina.

Sempre sul patio, sono presenti anche varie attrezzature da mare utilissimi per chi ama andare in spiaggia. Tra questi ci sono delle sedie da mare, l’ombrellone e addirittura l’attrezzatura per fare snorkeling, con tanto di pinne, maschera e boccaglio.

Sempre fuori dal cottage, oltre al parcheggio privato, c’è persino l’accesso privato alla spiaggia davanti al cottage, tramite una scaletta. Una spiaggia quasi disabitata, nella quale ci siamo crogiolati diverse ore il primo giorno senza sentire alcun rumore, se non le onde del mare.

Ma anche dentro il cottage ci sono diversi plus. Primo su tutti è la domotica, ovvero il mini pad presente in tutte le stanze della casa, che permette di sfruttare diverse applicazioni.

Come per esempio: regolare le luci; aprire le tende del soggiorno; vedere il meteo; ma soprattutto impostare qualsiasi genere di musica dalle casse. Per tutti i 5 giorni ho fatto ammattire Sara con lo smooth jazz che risuonava in ogni stanza, persino nel patio esterno.

Ma non è finita qua. Infatti Un altro grande vantaggio del cottage è che in tutti e tre i televisori (una in sala e due nelle rispettive camere da letto) è installato Netflix. Una vera e propria droga per noi ultimamente.

Il costo

Per tutti comfort e i plus che la casa ha da offrire è naturale che il prezzo lieviti facilmente. Dipende ovviamente dal periodo in cui si decide di andarci, ma solitamente il costo a notte per lo Shooting Star è di 350€.

Considera però che il cottage è omologato per 6 persone, per cui il costo a notte in teoria sarebbe di neanche 60€ a testa, se si fosse in 6. E considerando la location e la modernità della casa direi che è un prezzo più che ragionevole.

post a comment