Top
cosa mangiare in Giappone-sushi-bar

Se ci conosci un minimo sai quanto amiamo assaggiare i piatti tipici di ogni Paese che visitiamo. Non sempre riusciamo a trovare cibi che incontrano a pieno i nostri gusti, ma dobbiamo dire che il Giappone in questo ci ha sorpreso come mai avremmo pensato. Prima di partire infatti ci chiedevamo cosa mangiare in Giappone e tenevamo di avere poche alternative al tipico sushi, invece siamo rimasti piacevolmente sorpresi dallo scoprire che di piatti tipici ce ne sono davvero tantissimi.

Cosa mangiare in Giappone: 25 piatti da provare assolutamente

Siamo stati oltre tre settimane in Giappone e questo ci ha dato modo di spaziare e assaggiare tantissimi piatti della cucina locale. In questo articolo ti consiglieremo i 25 piatti che secondo noi devi provare assolutamente per calarti a pieno nella cultura nipponica sia per uno spuntino street food, ma anche da assaggiare nei tipici locali giapponesi (izakaya). Ecco quindi cosa mangiare in Giappone attraverso un percorso di 25 piatti. Buon appeti..ehm, buona lettura!

1- Yakitori

Iniziamo subito a parlarti di cosa mangiare in Giappone con un pezzo forte dello street food, ovvero gli yakitori. Consistono in spiedini di pollo cotti su griglia e aromatizzati solitamente con salsa BBQ. Buonissimi anche se con un solo difetto: uno tira l’altro. Il rischio è quello di prenderne più di uno e non assaggiare altri piatti che meritano tanto quanto questo.

2- Takoyaki

 

Direttamente da Osaka ecco uno dei piatti che a me personalmente è piaciuto di più: i takoyaki. Sono sostanzialmente delle palline soffici fatte da pastella di farina, dashi e lievito con all’interno il polipo alla griglia (ovvero il takoyaki).

Un tipico cibo da street food, anch’esso, che si può trovare però non solo a Osaka per fortuna. Anche se i migliori a nostro avviso si mangiano proprio lì, sia al Kuromon Market, ma anche in tanti altri locali tipici e chioschi.

3- Bento Box

Stai prendendo il treno shinkansen da Tokyo a Kyoto o per altre destinazioni? Allora se vuoi calarti a pieno nella parte del vero giapponese dovresti mangiare durante la tratta una bento box. Un piatto già diviso in vari scompartimenti con al loro interno diversi ingredienti per un pasto completo.

Di solito puoi trovare una proteina (pollo, manzo o salmone), riso e verdure. Sono molto varie e ne puoi trovare di diverso genere in base ai tuoi gusti. Le vendono normalmente alle stazioni dei treni proprio perché rappresentano il pasto tipico del pendolare giapponese. Può essere anche l’ideale da assaggiare per una cena in hotel se non si vuole uscire la sera.

4- Soba e Udon

cosa mangiare in Giappone-yakisoba

 

Ami gli spaghetti in tutte le loro forme? Allora devi assaggiare per forza le due tipologie di spaghetti più comuni in Giappone: i soba e gli udon. Si differenziano essenzialmente per formato e grandezza.

I soba infatti sono sottili e a base di farina di grano saraceno, gli udon invece sono più spessi e a base di farina di frumento. Un’altra differenza è che i soba vengono spesso vengono serviti freddi (ad eccezione degli yakisoba), mentre gli udon quasi sempre caldi.

Secondo noi sono entrambi da provare, per poi decretare i migliori. Dal nostro punto di vista gli udon vincono decisamente la sfida, ma perché noi amiamo i piatti più caldi e il fatto che siano più grossi e spessi.

5- Ramen

cosa mangiare in Giappone-ramen

Parlando proprio di udon, ecco che il piatto che meglio li esalta è il ramen. Una ciotola all’interno della quale, oltre agli udon ci sono normalmente tanti ingredienti: uova, soia, miso, fette di carne di maiale/manzo e l’immancabile brodo salato e delizioso.

Dopo averlo provato in Italia e all’estero temevamo che quello originale giapponese fosse troppo strong. Invece ci ha piacevolmente conquistato e deliziato il palato.

6- Sushi e Sashimi

cosa mangiare in Giappone-sushi-bar

Cosa mangiare in Giappone se non il sushi e il sashimi originali e completamente diversi da quelli a cui siamo abituati? Sembra la solita frase fatta, ma ti assicuriamo che è la pura verità. Il pesce crudo in Giappone è un’istituzione e il sapore è di una bontà a cui noi italiani non siamo abituati.

Uno de motivi può essere legato a come i giapponesi uccidono i pesci che poi abbattono. Ovvero con la tecnica chiamata “ikejime“, un metodo che consiste nell’inserire uno spuntone di metallo nel cervello del pesce, arrestandogli il battito cardiaco e mantenendo intatta la qualità della carne.

cosa mangiare in Giappone-sashimi

 

Consigliamo non solo di assaggiare sushi e sashimi nelle catene come Sushiro, ma anche nei sushi bar tradizionali. Quelli in cui ci si siede al bancone di fronte allo chef che prepara i pezzi sul momento, per intenderci. Vedrai che non te ne pentirai e che la qualità sarà altissima.

7- Onigiri

Ecco, se dovessimo associare un cibo ad una droga durante il nostro periodo in Giappone potremmo dire che gli onigiri sono ciò che vanno più vicino. Le famose palle di riso avvolte da alga nori sono state per noi una costante.

Le prendevamo quasi ogni giorno per colazione o per merenda, o semplicemente come spuntino qua e là. Sono ripiene di solito da pesce che può essere salmone, tonno, uova di storione, o altre varianti più speziate. Si trovano un po’ ovunque, ma se vuoi andare a colpo sicuro allora recati dai 7 Eleven o nei Lawson.

Il fatto è che costano pochissimo (l’equivalente di 1-2€) e saziano bene. Quindi volendo, anche con solo 2-3 onigiri si può pranzare o cenare se si vuole risparmiare senza rinunciare ad un piatto tipico nipponico.

8- Natto

cosa mangiare in Giappone-natto

Giungiamo adesso ad uno dei piatti più ostici e complessi da assaggiare. Forse non è la prima cosa a cui pensi quando ti chiedi cosa mangiare in Giappone, ma se sei temerario puoi sempre assaggiare il natto.

In sostanza si tratta di un piatto ricavato dalla fermentazione dei fagioli di soia. Fin qui tutto bene, il problema è che i batteri usati per la fermentazione sono gli stessi che produciamo noi nel nostro tratto gastrointestinale.

Oltre a questo aspetto, la consistenza del natto è alquanto viscida e l’odore è molto forte, simile a quello di alcuni formaggi d’alpeggio nostrani. Ti consigliamo di assaggiarlo accompagnato da del riso bianco, altrimenti rischia di essere non deglutibile.

9- Tempura

 

Un classico inflazionato tantissimo anche da noi, ma rimane pur sempre un piatto da provare in Giappone: la tempura. Che sia a base di verdure, di carne o di pesce, la tempura assaggiata nel Paese d’origine è un passo avanti rispetto a quella nostrana, soprattutto per le porzioni enormi e per la quasi assenza di fritto.

10- Tonkatsu

cosa mangiare in Giappone-tonkatsu

Che tu ci creda o no la cotoletta esiste anche in Giappone e prende il nome di tonkatsu. Si tratta proprio di una cotoletta di maiale fritta e impanata, alta un paio di centimetri e accompagnata da riso bianco, cavolo cappuccio e una zuppa di miso.

Un piatto abbastanza semplice e decisamente buono e sostanzioso. Noi l’abbiamo adorato e ci ha ricordato il più famoso cordon bleu. Esiste anche la variante con la carne di manzo, anche se più costosa è anch’essa squisita.

11- Okonomiyaki

 

Se ti trovi a Osaka o comunque nella regione del Kansai, allora sappi che ci sarà un piatto che dovrai assaggiare a tutti i costi. Parliamo dell’okonomiyaki, la frittella tipica del Giappone dal gusto irresistibile.

Chi ha visto Kiss Me Licia o Ranma 1/2 allora può avere una vaga idea di cosa sia come piatto. Il nome in sé significa “cucinare alla griglia ciò che si vuole” e infatti il bello di questo piatto è che puoi comporlo a tuo piacimento e cuocerlo tu stesso sulla griglia nei vari ristoranti specializzati.

Gli ingredienti base sono: farina, uova e cavolo verza o cappuccio. Ma poi si possono aggiungere anche le proteine come manzo, maiale o gamberi, o anche i formaggi. Il tutto inzuppato da una salsa a base di ketchup, zucchero, salsa di soia e miele.

12- Yakiniku

Seul in 5 giorni-bbq-corea

Lo Yakiniku è un piatto di origine coreana e si mangia nei locali in cui ogni tavolo è sormontato da una cappa di aspirazione. Il bello di questo piatto è che il ristorante propone vari tagli di carne e deciderai tu quali cuocere su una griglia metallica scaldata a gas in base alle tue preferenze.

13- Shabu Shabu

Di origine questa volta cinese, ecco invece lo lo shabu-shabu. Un pentolone caldo in cui si cucinano sottili fette di carne in un brodo bollente.

Nella maggior parte dei ristoranti di shabu-shabu, puoi scegliere tra varie selezioni di carne (come per lo yakiniku) e tra almeno 2 brodi. Spesso, poi, il pentolone è diviso in due, così che tu possa provare due gusti contemporaneamente. Per noi è stato decisamente approvato come piatto e lo consigliamo caldamente se non sai cosa mangiare in Giappone.

14- Manzo Kobe

cosa mangiare in Giappone-manzo-kobe

 

Uno dei piatti che maggiormente ero curioso di assaggiare in Giappone era la carna del manzo Kobe, la più pregiata al mondo. Forse perché troppo carico di aspettative, vista la nomea, devo dire che mi ha un po’ deluso.

Il sapore infatti non era così intenso e deciso come mi aspettavo, ma anzi mi è sembrata una carne parecchio grassa, il che ha un rovinato leggermente il sapore finale. In ogni caso consiglio di provarla o nella versione da street food (sicuramente più economica) o al ristorante in versione filetto, in cui dà il suo meglio.

15- Unagi kabayaki

All’inizio dell’articolo ti abbiamo parlato degli spiedini di pollo, gli yakitori, ma adesso è il momento di parlare della variante di pesce: gli spiedini di anguilla fritta, anche chiamati unagi kabayaki.

Sono davvero comuni nei banchetti di street food e vanno a ruba tra i locali e i turisti. Inoltre, il costo non troppo alto (sempre inferiore ai 10€) li eleva come uno dei piatti più consumati nello street food giapponese in assoluto.

16- Pasto della longevità a Okinawa

 

Se durante il tuo viaggio in Giappone visiti anche l’isola di Okinawa, non farti scappare una tappa nel villaggio di Ogimi. Qui vive il più alto numero di ultracentenari al mondo e uno dei motivi sembra essere legato proprio alla loro alimentazione molto salutista.

Nel locale Emi No Mise è possibile proprio assaggiare il famoso “pasto della longevità” che si dice gli abitanti mangino ogni giorno per mantenersi così in forma. Gli ingredienti del piatto sono 12 e quasi tutti provenienti da Okinawa. Alcuni di questi ingredienti sono: zuppa di miso, verdure dell’orto, tapioca di patate viola, yogurt fatto in casa con salsa di prugne, riso scuro con fagioli, anguilla e tofu. Il tutto ovviamente in porzioni piccole per evitare di saziarsi al 100%.

17- Alga uva

cosa mangiare in Giappone-alga-uva

Sempre a Okinawa consigliamo di assaggiare inoltre un’altra specialità dell’arcipelago: l’alga uva. Un’alga speciale i cui filamenti fatti a pallini verdi ricordano molto l’uva, e da qui il nome del piatto.

Difficilmente si mangiano da sole, dato che andrebbero accompagnate con il pesce come sushi o sashimi. Noi le abbiamo trovate buonissime insieme al sashimi di tonno e salmone ad esempio, o anche con la tempura di gamberi. Un ottimo connubio che ci ha stupito e ci ha conquistato.

18- Dango

cosa mangiare in Giappone-dango

 

Se ci chiedi cosa mangiare in Giappone di dolce, allora la nostra prima risposta sarà “i dango!” Consistono in gnocchi di riso glutinoso dolce che può essere aromatizzato con vari gusti come fragola o matcha.

Noi li abbiamo sempre trovati nella versione a spiedino con tre palline di riso glutinoso, ognuna ad un gusto differente. Ed erano buonissime e super economiche (meno di 1€ molto spesso). Anch’esse si trovano facilmente nei banchetti di street food o anche da 7 Eleven e Lawson.

19- Anpan

cosa mangiare in Giappone-anpan

Passiamo adesso ad un’altra prelibatezza dolce giapponese: l’anpan. Ossia un panino dolce con all’interno una farcitura che può variare, ma che solitamente puoi trovare ai seguenti gusti: fagioli scuri (azuki), fagioli bianchi, sesamo e castagne.

Sono ottimi per una colazione dolce e sostanziosa o anche per merenda. In ogni caso consigliamo di assaggiarne almeno un paio dai gusti differenti per sentire quali sono quelli che maggiormente fanno al caso tuo.

20- Melonpan

 

Dal nome simile all’anpan, ecco anche il melonpan. Un panino dolce ricoperto da un sottile strato di biscotto il cui sapore però non ha nulla a che vedere con quello al melone, come invece si potrebbe intuire.

Si può mangiare nella versione semplice senza accompagnamenti, o con all’interno il gelato alla vaniglia. Questa è senza dubbio l’opzione più gettonata a conclusione di un pasto, anche se in tre settimane abbiamo trovato solo un chiosco a Dotonobori che lo proponeva.

21- Mochi

Nara in un giorno-mochi

I dolcetti in Giappone sono una vera istituzione e se pensiamo a quelli che ci hanno fatto innamorare maggiormente ci vengono in mente subito i mochi. Un dolce a base di riso glutinoso molto morbido e malleabile con all’interno una farcitura che cambia spesso e incontra i gusti più disparati.

Noi abbiamo amato quelli ripieni ai fagioli dolci, al matcha o al mango. Anche se i più buoni sono stati in assoluto quelli a Nara da Nakatanidou, dove si possono assaggiare caldi appena pronti (normalmente invece sono freddi o a temperatura ambiente). Una squisitezza unica in ogni caso e dal prezzo esiguo (mai più di 2€ l’uno).

22- Daifuku

cosa mangiare in Giappone-daifuku

 

Una variante dei mochi è il daifuku, un dolcetto molto simile al mochi come forma, ma con la differenza che l’ingrediente con cui viene preparato è la fragola intera, solitamente inserita tra due lati del mochi.

In questo modo nasce il daifuku che è buonissimo e molto facile da trovare in tutte le città giapponesi. Specialmente li puoi trovare nei banchetti vicino ai luoghi iconici, come i templi, o nei mercati dedicati allo street food.

23- Fragole bianche

Parlando di fragole è normale inserire nella lista di cosa mangiare in Giappone anche le fragole bianche. Una tipologia alquanto strana di fragole ma anche molto costosa.

Pur avendo un colore albino (dovuto alla mancanza della proteina responsabile della pigmentazione rossa) il sapore ricorda quello delle classiche fragole che siamo abituati a mangiare in Italia. Non sono ovviamente così saporite come le nostre, ma sono più delicate e un pochino più aspre.

24-  Dorayaki

 

Penultimo consiglio su cosa mangiare in Giappone. Questa volta suggeriamo caldamente di assaggiare i dorayaki, ovvero i pancake giapponesi farciti di solito con la classica salsa ai fagioli rossi dolci.

Noi li abbiamo trovati anche con la cioccolata e la crema, ma in ogni caso sono tenerissimi e molto buoni. Consigliati per una colazione o una merenda da mangiare a temperatura ambiente.

25- Sake

Infine, concludiamo con un alimento che non è un vero e proprio cibo, bensì una bevanda. Ci riferiamo al sake, il liquore tipico del Giappone ottenuto fermentando il riso. Pensa che a Okinawa puoi anche assaggiare l’habu sake, ovvero il liquore preparato con l’aggiunta del veleno fermentato della vipera locale (l’habu per l’appunto). Non male il sapore e uno shottino in centro a Naha costa circa 3-4€.

Cosa vedere a Okinawa-habu-sake

Un liquore molto particolare e dal sapore che a noi ha ricordato il soju della Corea del Sud. Abbastanza leggero e per nulla sgradevole, anzi, ci stava benissimo accompagnando il ramen, gli yakisoba o anche la carne alla griglia.

post a comment