Top
come organizzare un viaggio alle Hawaii-copertina

In diversi articoli ti abbiamo spiegato per filo e per segno gli itinerari delle isole hawaiane in cui siamo stati: Oahu, Big Island e Maui. Le informazioni e i consigli sono stati tantissimi, ma adesso vogliamo fare mente locale. In questo specifico articolo, infatti, ti spiegheremo passo passo come organizzare un viaggio alle Hawaii in autonomia. Affronteremo ogni tematica e ogni perplessità che giustamente si può avere sia in fase pre viaggio che durante.

Come organizzare un viaggio alle Hawaii in autonomia

come organizzare un viaggio alle Hawaii-pipiwai

Le dinamiche a cui pensare quando si cerca di capire come organizzare un viaggio alle Hawaii sono molteplici e tutte rilevanti. Essendo una meta molto gettonata dagli italiani (specie come luna di miele) è fondamentale farsi trovare pronti sin dai primi momenti in cui si vuole progettare un viaggio simile per conto proprio.

Abbiamo diviso l’articolo in punti, cercando per ciascuno di darti consigli e suggerimenti utili, anche per risparmiare. A questo proposito, abbiamo già scritto un articolo proprio su quanto costano le Hawaii, per cui tutte le informazioni dettagliate sui costi le trovi lì. Adesso ti basta solo rilassarti e prendere appunti su come organizzare un viaggio alle Hawaii in autonomia

Periodo migliore in cui andare

Cosa vedere a Big Island in 5 giorni-copertina

 

Innanzitutto, come siamo soliti ricordare sempre, è fondamentale sapere il momento migliore in cui partire. Le Hawaii sono un arcipelago situato nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico e risentono spesso di venti forti (come ci siamo accorti in prima persona a Maui, purtroppo) e temporali.

Considera quindi che il periodo con il clima migliore in assoluto va da metà maggio a fine agosto. In questi mesi estivi il clima è caldo (sui 25-30°), ma non troppo afoso, perfetto anche per un eventuale tuffo nell’Oceano. Negli altri mesi il clima resta comunque temperato e difficilmente si scende sotto ai 10°. Il problema principale degli altri mesi purtroppo è legato alle piogge, che sono più costanti e frequenti.

Ogni isola poi ha un microclima particolare e differente, ma in generale Big Island è quella più piovosa (specie la zona di Hilo). Se non vuoi rischiare ti basta prenotare in anticipo per l’estate e non avrai problemi. Noi in 2 settimane non abbiamo quasi mai avuto temporali a rovinarci le giornate.

Cosa serve per viaggiare alle Hawaii

Se pensi a come organizzare un viaggio alle Hawaii è indispensabile capire quali sono i documenti utili da portarsi. Di seguito un breve riepilogo di ciò che dovrai assolutamente portare con te in viaggio:

  • Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi
  • ESTA, ovvero il documento che ti permette di entrare negli USA quanto volte vorrai nell’arco di 2 anni. Ha un costo fisso di 21$ a persona e il visto ESTA lo puoi richiedere tramite il sito ufficiale americano
  • Assicurazione sanitaria. Fondamentale sempre, ma a maggior ragione quando si viaggia negli Stati Uniti. Anche le Hawaii ovviamente non fanno eccezione, per cui consigliamo l’assicurazione Heymondo, con cui puoi coprirti dal punto di vista sanitario e di un’eventuale perdita bagaglio. Da questo link puoi ottenere uno sconto del 10% sulla tua assicurazione
  • Patente internazionale. Online dicono che è obbligatoria, noi però abbiamo noleggiato senza problemi in 3 isole diverse. Se ti ferma la polizia però potrebbe farti la multa se non dovessi averla, quindi meglio non correre rischi

Scelta delle isole

Giungiamo adesso ad un punto cruciale su come organizzare un viaggio alle Hawaii. Ci riferiamo alla scelta delle isole da visitare, che cambia ovviamente da persona a persona.

Partiamo col dirti subito che alle Hawaii le isole solitamente turistiche e visitabili sono 4: Oahu, Big Island, Maui e Kauai. Noi tranne l’ultima le abbiamo viste tutte e possiamo darti qualche consiglio a seconda degli interessi che hai:

  • Oahu è l’ideale se ami la vita da spiaggia, se sei curioso di esplorare Honolulu e se sei appassionato di cinema. Qui infatti è dove puoi trovare molte location di Lost e Jurassic Park
  • Big Island è l’unica isola dell’arcipelago con vulcani ancora attivi, tra cui il Kilahuea. Risulta perfetta se sei appassionato di vulcani, ma anche se ti interessano spiagge di vari colori e attività con animali nel loro habitat
  • Maui, anche se adesso metà isola è ancora distrutta per via degli incendi, merita comunque per la natura lussureggiante che offre. È molto turistica, quasi al pari di Oahu, ma più autentica
  • Kauai è l’isola più selvaggia di tutte e anche quella più incontaminata dal turismo di massa. Se cerchi quiete, relax e la vera slow life hawaiana è l’isola che fa per te

come organizzare un viaggio alle Hawaii-rainbow-falls

come organizzare un viaggio alle Hawaii-seven-sacred-pools

 

Ci sarebbe anche Molokai da aggiungere all’elenco, ma è molto piccola come isola e con pochissime strutture adibite. Noi la consigliamo eventualmente per una gita in giornata partendo da Maui.

Noi comunque abbiamo suddiviso le 2 settimane in questo modo: 5 giorni a Oahu, 5 giorni a Big Island e 4 giorni a Maui. In base ovviamente alle tue ferie e al budget puoi scegliere tu quanto fermarti sulle varie isole. Sconsigliamo però di trascorrere meno di 2 giorni su ciascuna isola perché non riusciresti ad apprezzare al meglio i luoghi che hanno da offrire.

Prenotazione dei voli

Parlando di spese è innegabile che quella più ingente sia legata alla prenotazione dei voli. Ne abbiamo parlato approfonditamente nell’articolo dedicato ai costi, ma vogliamo comunque darti qualche consiglio anche qui.

In fase di prenotazione tieni monitorate tutte le principali compagnie europee (Air France, KLM, Lufthansa, british Airways e Iberia), ma non dimenticare anche quelle strettamente americane (United, Delta e American Airlines su tutte). Se prenoti svariati mesi prima dovresti risparmiare 100-200€ rispetto ad una prenotazione un paio di mesi prima della partenza.

Considera anche se ti conviene prenotare i voli tutti in una volta dall’Italia alle Hawaii, o se preferisci fare uno stop over in California (Los Angeles o San Francisco solitamente). Noi abbiamo spezzato il viaggio trascorrendo una notte a San Francisco, ma questo è a discrezione tua.

Facendo così puoi magari risparmiare qualcosa scegliendo tra varie compagnie che offrono voli diretti per le Hawaii. Tra queste consigliamo Hawaiian Airlines, senza dubbio la più economica, o anche United, WestJet e Alaska Airlines.

Per i voli interni, invece, consigliamo nettamente Hawaiian Airlines. Offre i voli più economici con uno staff gentilissimo e ampia scelta di orari di partenza.

Scelta degli alloggi

Un punto fondamentale quando non si sa come organizzare un viaggio alle Hawaii. Questo perché le tipologie di alloggi sono molteplici e barcamenarsi tra quelli più allettanti per rapporto qualità-prezzo non è semplice.

Per prima cosa possiamo dirti che da questo punto di vista Maui ci è sembrata la più costosa, mentre la parte nord di Big Island la più economica. Eventualmente anche questa informazione può esserti utile per pianificare al meglio il tuo viaggio. I nostri alloggi nello specifico sono stati i seguenti:

  • Surfjack Hotel a Waikiki Beach (Oahu)
  • Spacious Wailua Studio a Wailua (Oahu)
  • Downtown Kona Condo/Vintage Hawaii/Fast Wifi a Kona (Big Island)
  • Oceanfront Newly Renovated Beach Condo a Wailuku (Maui)

Consigliamo infatti di prenotare il più possibile appartamenti se vuoi risparmiare. Così facendo potrai pagare notevolmente meno il prezzo a notte rispetto agli hotel classici, ma anche cucinare in casa vari pasti senza dover mangiare sempre fuori. Secondo noi è stata un’ottima soluzione, specialmente a Maui e a Big Island.

Quanto costa un viaggio alle Hawaii-surfjack

 

Oahu in 5 giorni-wailua-airbnb

Il noleggio auto

Un altro aspetto importante da tenere in considerazione per l’organizzazione di un viaggio alle Hawaii è il noleggio auto. In questo caso parliamo di auto perché noi abbiamo effettuato 3 noleggi su 3 isole sempre con macchine, ma c’è la possibilità, volendo di noleggiare anche motorini e camper.

L’auto, però, ci sembra il mezzo migliore per girare in ciascuna delle isole hawaiane. I costi, anche in alta stagione, non sono eccessivi tra l’altro. Noi siamo riusciti a spendere sui 50€ in due al giorno con anche l’assicurazione totale. Mentre per quanto riguarda il tipo di auto a noleggio noi consigliamo una 4×4 solo sa Big Island. Il motivo è che su quest’isola ci sono alcune attività che sono vietate a chi non possiede un fuoristrada, ma se non ci tieni particolarmente anche un SUV o una normale berlina vanno bene ugualmente.

I distributori di benzina alle Hawaii sono molto frequenti in generale. Solo nella zona centrale di Big Island e lungo la Road to Hana a Maui abbiamo notato una carenza di distributori, ma si parla di massimo 50-60 miglia, non di più. Tra tutte le stazioni di servizio la Hele è quella che mediamente offre i prezzi più bassi e competitivi su ciascuna isola. Se vuoi fare rifornimento di benzina a prezzi non troppo alti segnati questa catena di distributori.

cosa fare a Maui in 4 giorni-jeep

Il cibo alle Hawaii: come organizzarsi

Prima di passare a ciò che non puoi perderti su ciascuna isola, conviene darti qualche dritta anche sul cibo. Quando si pensa a come organizzare un viaggio alle Hawaii spesso si tende a far passare in secondo piano questo aspetto, ma secondo noi è di vitale importanza partire già preparati.

In particolare, devi sapere che i locali e i ristoranti in generale costano tanto alle Hawaii, purtroppo. Per tanto intendiamo che a meno di 30$ a testa (mancia inclusa) non uscirai sazio da un ristorante, se non nei fast food. Come ovviare a questo problema se vuoi risparmiare quindi? Le opzioni sono molteplici e adesso le esaminiamo una per una.

Cucinare in casa

Questa è l’opzione che ti avevamo suggerito prima e che sicuramente è la migliore in fatto di risparmio. Basta dormire in un appartamento con cucina e comprare nei supermercati locali (o addirittura portarsi pasta e sughi da casa) e il gioco è fatto.

L’unica cosa è che in questo modo non potrai assaggiare molti piatti locali. Consigliamo pertanto questa soluzione magari per cena, quando si è stanchi piuttosto che durante il giorno quando si è in giro.

Comprare le poke bowl al supermercato

Una soluzione che noi abbiamo adottato quasi tutti i giorni, dato che ci sono un paio di catene su tutte le isole che offrono questa possibilità. Parliamo di Foodland e Safeway che nel reparto del pesce danno la possibilità ai clienti di comporre la propria poke bowl con varie tipologie di pesce freschissimo e buonissimo a prezzi contenuti. Ti basti pensare che una poke bowl sfiziosa costa mediamente sui 10$ e riempie parecchio.

Tieni solo a mente che in queste catene le poke bowl le puoi creare solo fino a che il pesce fresco non è terminato. Vale a dire che di solito puoi sfruttare questa possibilità più che altro a pranzo. Dopo le 17 raramente rimane pesce fresco per comporre le poke bowl, ma potrai comunque comprare vaschette di sushi o guardare nel reparto degli alimenti caldi per trovare qualcosa di succulento e a poco prezzo.

come organizzare un viaggio alle Hawaii-foodland

come organizzare un viaggio alle Hawaii-foodland-tonno

cosa mangiare alle Hawaii-poke-bowl

Chioschi di street food

Un’ultima possibilità per mangiare bene, tanto e risparmiare un pochino è sfruttare anche i chioschi di street food. Vale a dire quei food truck che incontrerai sicuramente in ogni isola e che vendono cibo di ogni genere: dalle poke bowl alle vaschette con pollo o con gamberi o comunque prodotti locali di ogni genere.

I prezzi in questo caso si aggirano quasi sempre tra i 15$ e i 20$ a testa, ma quantomeno non sarai obbligato a lasciare la mancia e potrai gustarti varie opzioni di piatti tipici.

come organizzare un viaggio alle Hawaii-shrimp-truck

Esperienze e luoghi imperdibili

Arriviamo all’ultimo capitolo dell’articolo su come organizzare un viaggio alle Hawaii. Vogliamo adesso spiegarti quali sono le esperienze e i luoghi secondo noi imperdibili in ciascuna delle tre isole che abbiamo esplorato.

Oahu

Qui ci siamo innamorati fin da subito di Honolulu, pur essendo una metropoli americana in un contesto tropicale e isolano. Ma Oahu non è solo questo, ma tanto altro, e queste sono le esperienze e le attività che ti consigliamo di fare:

  • Nuota a Waikiki Beach, dov’è stato inventato il surf
  • Visita Pearl Harbor, il suo Memoriale e il sottomoarino Bowfin
  • Compra l’accesso per Hanauma Bay e percorrere il trekking al Koko Crater Trail
  • Ammira i punti panoramici di Spitting Cave e Pali Lookout
  • Visita il Kualoa Ranch, dove hanno girato scene di vari film e serie tv tra cui Jurassic Park, Lost e King Kong
  • Guida all’Hoomaluhia Botanical Garden da cui ammirare lo splendore della vegetazione di Oahu
  • Cammina per Haleiwa, la città più iconica e colorata dell’isola
  • Osserva le tartarughe a Laniakea Beach

quanto costa un viaggio alle Hawaii-copertina

come organizzare un viaggio alle Hawaii-copertina

Oahu in 5 giorni-waikiki

Oahu in 5 giorni-memorial-uss-arizona

Oahu in 5 giorni-laniakea-beach

Big Island

Come detto, Big Island è l’isola per eccellenza se hai voglia di vivere esperienze affini ai vulcani in attività. Ma su quest’isola, la più grande di tutte, ma non così turistica, ci sono anche tanti altri luoghi che meritano di essere esplorati, ecco quali:

  • Hapuna Beach, la spiaggia bianca più bella dell’isola in cui puoi fare il bagno con le tartarughe se avrai fortuna
  • Kona Cloud Forest, per entrare in una delle rare foreste nebulose del mondo
  • Bagno notturno con le mante, un’esperienza adrenalinica, ma favolosa
  • Papakolea Beach, per vedere dal vivo una delle 4 spiagge verdi del mondo
  • Punaluu Beach, la spiaggia nera più famosa dell’isola (gratuita)
  • Volcanoes National Park, dentro cui puoi camminare tra sentieri e tunnel scavati nella lava e ammirare la bellezza del Kilahuea e, se hai fortuna, anche un’eruzione in corso
  • Tramonto dal vulcano Mauna Kea
  • La città di Hilo e le sue meraviglie naturali circostanti tra cui: Rainbow Falls, Akaka Falls e Kaumana Caves

Cosa vedere a Big Island in 5 giorni-albero

come organizzare un viaggio alle Hawaii-vulcano

Cosa vedere a Big Island in 5 giorni-spiaggia-verde

cosa vedere a Big Island in 5 giorni-mante

 

cosa vedere a Big Island in 5 giorni-tartaruga

Maui

Infine ecco Maui, l’isola che purtroppo al momento è semi chiusa al turismo. Nel senso che solo la parte centrale e quella est sono aperte. La zona ovest purtroppo è stata incendiata e non è visitabile come si deve. Ma comunque ecco quali sono i luoghi che ci hanno fatto innamorare di quest’isola e che non puoi perderti:

  • Nakelele Blowhole, lo sfiatatoio più famoso dell’isola nonché di tutte le Hawaii
  • Volo in elicottero con Air Maui sopra Maui West e Molokai. Esperienza mozzafiato anche se costosa (335€ a persona)
  • Alba al vulcano Haleakalea, non facile vincere la lotteria per vivere questo momento, ma vale l’alzataccia
  • Ho’okipa beach, in cui ammirare decine di tartarughe sulla spiaggia e in mare
  • Road To Hana, la strada più famosa delle Hawaii con oltre 600 curve e luoghi naturali pazzeschi. Tra questi i più incredibili sono: Eucalyptus Rainbow Trees, Three Bear Falls, Hana Lava Tube, Kaihalulu Beach (la spiaggia rossa), Pipiwai Trail e Seven Sacred Pools

cosa fare a Maui in 4 giorni-eucalipti-colorati

cosa fare a Maui in 4 giorni-elicottero

cosa fare a Maui in 4 giorni-spiaggia-rossa

cosa fare a Maui in 4 giorni-lahaina

post a comment