Top
Italia

Vieste è conosciuta come la "capitale" del Gargano e situata sulle scogliere del Pizzomunno tra due ampie spiagge sabbiose. Grazie ai suoi paesaggi così diversi, il porto sabbioso offre sport acquatici, mentre il circostante Parco Nazionale del Gargano è perfetto per il ciclismo e l'escursionismo. Oltre alle famose spiagge, questa città pugliese offre anche molti luoghi meravigliosi e una splendida cultura e tradizione, tra cui in particolare 5 cose da fare assolutamente a Vieste in autunno.

Spagna

Quando ci è stato proposto il blog tour a Calvià, nell’isola di Maiorca, eravamo allo stesso tempo euforici ma anche un po’ scettici riguardo al meteo. Ci chiedevamo se ottobre fosse il mese più adatto per visitare Maiorca, da sempre considerata un’isola estiva. Ed invece, in barba alle nostre valigie piene di sciarpe e maglioni, ci siamo ritrovati durante il tour a Calvià a goderci una temperatura tra i 22° e i 17°, un caldo tepore ed una lieve brezza marina, senza l’enorme quantità di turisti che affollano le spiagge in estate. Una volta rientrati in Italia, ci siamo chiesti se invece non fosse proprio l’autunno il periodo migliore per visitare quest’isola.

Canada

Siamo arrivati alla quattordicesima tappa del nostro coast to coast americano: Toronto. La prima ed unica tappa non propriamente americana, ma canadese. Un richiamo culturale soprattutto per gli amanti del festival del cinema, oltre che per un'architettura straordinaria ed un'enorme storia di diversità etnica. In due giorni a Toronto c'è molto da vedere, da fare e da mangiare. Scopri il meglio della capitale dell’Ontario con il nostro itinerario di due giorni a Toronto!

Stati Uniti

Tredicesima tappa del nostro coast to coast americano: Chicago, soprannominata ‘la città del vento’, la terza città più grande degli Stati Uniti, ma la sola ed unica città natale dei grattacieli. È un'enorme città vibrante con un'incredibile energia, dove troverai il perfetto melting pot multiculturale e alcune delle migliori architetture su cui mai poserai gli occhi. Nel nostro itinerario di due giorni a Chicago, trascorrerai le giornate guardando verso l'alto: i grattacieli e gli incredibili edifici ti attireranno nella loro magia. Questa dinamica metropoli sta solo aspettando di essere esplorata: avrai la possibilità di visitare i suoi musei storici, l'incredibile architettura, la fiorente scena artistica e, naturalmente ... la deep dish pizza, su cui scriveremo un intero post a parte.

Trentino Alto Adige

Il lago che ha i colori dell'arcobaleno: è il Lago di Carezza, in Val d'Ega, una piccola frazione di Nova Levante in provincia di Bolzano. Le montagne del Catinaccio e del Latemar si riflettono nelle sue acque cristalline, da cui deriva il soprannome di Rainbow Lake e la sua notorietà come luogo di molte leggende. Se avete in programma un'escursione al Lago di Carezza, ecco tutte le informazioni utili ed il nostro racconto.

Kenya

Cosa portare in valigia per un Safari è una scienza: devi essere preparato sia per i cambi repentini delle temperature, il sole sempre alto e molta polvere, sia per l'ora del cocktail e un tuffo in piscina, e tutto deve adattarsi in un borsone morbido con un rigido limite di peso. Noi l'abbiamo sperimentato a nostre spese durante il Safari in Kenya fatto ad Agosto. Tieni presente che la maggior parte degli organizzatori di safari fornirà ai viaggiatori una lista dettagliata di cosa portare in valigia per un Safari, quindi controlla attentamente tutti i dettagli specifici (oltre a eventuali vaccini o farmaci di cui potresti aver bisogno) prima di partire. L'abbigliamento da safari deve essere traspirante, neutro e regolabile sia per le temperature calde che per quelle fredde. Raccomando di preferire in particolare colori neutri, come verdi e marroni, e mescolarli tra loro anche più volte, poiché ci sono limiti ferrei del peso del bagaglio.

Kenya

Dopo una settimana intera tra le savane del Kenya, ci siamo spostati sulla costa, più precisamente a Watamu, per un po' di sole e mare. Durante il nostro soggiorno qui, abbiamo deciso di affidarci a Discovery Kenya per provare le tre migliori escursioni da fare a Watamu. E per fortuna, in viaggio, eravamo coperti dall'assicurazione sanitaria, altrimenti avremmo rischiato di rovinarci l'esperienza in questo paradiso kenyota. Con Discovery Kenya siamo quindi andati all'esplorazione di questo piccolo angolo di paradiso, facente parte della zona protetta Watamu National Marine Reserve. Discovery Kenya è un’agenzia turistica locale guidata dal simpaticissimo Fragola: non fatevi ingannare dal soprannome italiano, è un bravissimo e super professionale ragazzo kenyota, che lavora con un team di ragazzi di tutto rispetto. E’ stato proprio Fragola a suggerirci le tre migliori escursioni da fare a Watamu e dintorni, realizzando per noi tre itinerari perfettamente organizzati e davvero indimenticabili.

Kenya

Ieri vi abbiamo raccontato come si organizza un Safari in 10 passi, ed oggi vi regaliamo il nostro reportage di viaggio Safari nel Masai Mara. Quando cresci guardando e riguardando Il Re Leone, arrivi ad una certa età che la voglia di andare a fare un Safari in Kenya è incontenibile. Dopo aver realizzato il sogno del coast to coast americano la scorsa primavera, questa estate abbiamo deciso di realizzare un altro nostro grosso sogno: vedere gli animali della savana liberi nel loro habitat naturale. E siccome i produttori de Il Re Leone dichiararono che presero spunto dal Masai Mara (Kenya) per realizzare il cartone, abbiamo deciso di far partire il nostro Safari proprio da lì.

Kenya

Durante il nostro recente Safari in Kenya, abbiamo dovuto decidere come trascorrere una giornata a Nairobi nel migliore dei modi, dato che avevamo solo una quantità limitata di tempo in città. Anche se la maggior parte degli operatori di safari farà del suo meglio per ridurre al minimo il tuo tempo a Nairobi, potresti trovarti con un giorno libero nella capitale del Kenya, come è successo a noi.

Veneto

Un itinerario di tre giorni a Venezia? Sì, si può, soprattutto se sei italiano e non ci sei mai stato. La cosa che preferiamo di più in assoluto è essere turisti nel nostro stesso paese. Perché, anche se l’Italia è da sempre la nostra casa e a volte la snobbiamo, è una delle mete più ricche di storia e cultura di tutto il mondo. Così, approfittando del fatto che io non fossi mai stata a Venezia – ebbene sì, e me ne vergogno profondamente – abbiamo deciso di vivercela per tre giorni proprio sotto la prospettiva di due turisti stranieri.